RIONE SANT'ANGELO R. XI ROMA GUIDA TURISTICA INFORMAZIONI STORICHE ARTISTICHE TURISTICHE FOTO ANNA ZELLI  www.annazelli.com

 

 

 

 


Rione Sant'Agelo  R. XI Roma

Rione Sant'Angelo (Roma) stemma

Rione Sant'Angelo R. XI

Portico d'Ottavia e dintorni

Rioni di Roma

Guida Turistica Roma

Itinerari Turistici Roma

Città del Vaticano

Bibliografia Roma

H O M E   P A G E

da vedere Rione Sant'Angelo

Rione Sant'Angelo (Roma)

RIONI DI ROMA, INFORMAZIONI E FOTO, www.annazelli.com

Rioni di Roma

rioni di roma, guida turistica

Rioni di Roma

Rione Monti R.I

Rione Trevi R. II

Rione Colonna R. III

Rione Campo Marzio R. IV

Rione Ponte R. V

Rione Parione R. VI

Rione Regola R. VII

Rione Sant'Eustachio R.VIII

Rione Pigna  R. IX

Rione Campitelli R. X

Rione Sant'Angelo R. XI

Rione Ripa R. XII

Rione Trastevere R. XIII

Rione Borgo R. XIV

Rione Esquilino R. XV

Rione Ludovisi R. XVI

Rione Sallustiano R. XVII

Rione Castro Pretorio R. XVIII

Rione Celio R. XIX

Rione Testaccio R. XX

Rione San Saba R. XXI

Rione Prati R. XXII

RIONI DI ROMA, INFORMAZIONI E FOTO, www.annazelli.com
 
Guida Turistica di Roma

ROMA INFORMAZIONI TURISTICHE E FOTO DELLA CITTA' ETERNA

ROMA GUIDA TURISTICA DI ROMA HOME MAPPA ARGOMENTI

Acquedotti di Roma

Anfiteatrii di Roma

Archi di Roma

Architettura Fascista

Architettura Medioevale

Aree Archeologiche

Biblioteche di Roma

Campanili di Roma

Chiese di Roma

Cinema di Roma

Circhi Stadi di Roma

Cloaca Maxima

Colli e Monti di Roma

Colonne Trionfali

Cortili di Roma

Cupole di Roma

Edicole Sacre di Roma

Fiume Tevere Roma

Fontane di Roma

Fori di Roma

Giardini di Roma

i 7 Colli di Roma

I Lungotevere di Roma

Isola Tiberina

Lupa Capitolina Roma

Meridiane Orologi Solari

Mitrei di Roma

Metropolitana di Roma

Molini sul Tevere

Monumenti di Roma

Mura di Roma

Muraglioni di Contenimento

Muraglioni sul Tevere

Musei di Roma

Nasoni di Roma

Obelischi di Roma

Ospedali di Roma

Palazzi di Roma

Piazze di Roma

Ponti di Roma

Porte di Roma

Porti Fluviali Roma

Roma Quadrata Palatino

Scalinate di Roma

Statue di Roma

Teatri di Roma

Templi di Roma

Terme di Roma

Torri di Roma

Vie Strade di Roma

Vicoli di Roma

Vedute Panorami Roma

Bibliografia Roma

Guida Turistica Roma
 
Home Page

www.annazelli.com

Home Arte Cultura Idee Anna Zelli - www.annazelli.com

 

 

 

Rione Sant'Angelo R. XI Roma

   rione sant'angelo roma guida turistica di roma informazioni storiche artistiche turistiche foto a cura di anna zelli

Guida Turistica di Roma Informazioni Storiche Artistiche Turistiche Culturali Foto di Roma
Arte Cultura Novità Idee sito web di informazione culturale artistico turistica di Roma

Rione Sant'Angelo R. XI  (Roma)
Stemma del Rione Sant'Angelo : un angelo con una palma su uno sfondo rosso

Il Rione Sant'Angelo, R. XI, Roma, situato sulla sponda sinistra del Tevere, davanti all'isola Tiberina, prima della edificazione dei muraglioni era spesso esposto alle inondazioni del Tevere, , prende il nome dalla chiesa di Sant'Angelo in Pescheria, eretta sui resti del portico di Ottavia, è il più piccolo dei rioni di Roma. In epoca romana era la IX Regio Augustea del Circo Flaminio, il secondo circo per grandezza ed importanza edificato intorno al III secolo a.C. Sant'Angelo si trovava al di fuori delle mura serviane, ed aveva una posizione strategica in quanto i vicini ponti Fabricius e Cestio, facilmente collegavano Roma al di là del fiume. Inoltre il rione era anche in prossimità sia del Campidoglio che del Foro Romano, centri vitali di Roma, pertanto qui sorsero edifici come il tempio di Bellona, il tempio di Apollo Sosiano, il tempio di Giunone Regina,  l'area sacra di Largo Argentina, il foro Olitorio, e il Teatro Marcello, il teatro Balbo, il Portico d'Ottavia di età repubblicana del I secolo a.C. eretto da Augusto per la sorella e il porticus Philippi eretto dal suocero di Augusto L'edificazione dei due portici comportarono la demolizione di parte del circo Flaminio.  Dopo il taglio degli acquedotti da parte dei Goti, la zona divenne importante per l'approvvigionamento di acqua potabile dal Tevere, ed inoltre da qui si poteva controllare l'accesso alla città dai ponti Fabricio, oggi ponte Quattro Capi, dal ponte Cestio e dal ponte Emilio, oggi ponte Rotto, che in epoca medioevale furono gli unici ponti transitabili iscritti all'interno delle mura aureliane. I monumenti romani vennero quindi trasformati in fortezze, e sempre durante il Medioevo il rione si popolò oltre che di pescivendoli alla Pescheria, di commercianti, di operai, di cimatori, di fabbri, ai fabbricanti di calce alla Calcara, fino alle botteghe al Teatro Marcello.  Il mercato di pesce fu trasferito qui al portico d'Ottavia dal foro Piscario che era al Foro Romano e vi rimase fino all'Ottocento. Come il vicino rione Sant''Eustachio, in epoca medioevale una parte della zona del rione Sant'Angelo era chiamata Vinea Thedemari, mentre la sua parte settentrionale venne chiamata Calcaràrio, per i forni di calce che qui produssero la calce ottenuta bruciando i marmi dei Fori, questi forni  si trovavano nelle botteghe nei pressi del Teatro Marcello e sono ricordati dal nome della via delle Botteghe Oscure. Vi erano anche i funari, i quali presso la chiesa di Santa Caterina dei Funari torcevano le funi nel cortile porticato della Cripta Balbi. I cardatori e i cimatori avevano le botteghe presso la chiesa di San Valentino. Fu da qui che nel 1347  i romani alla guida di Cola di Rienzo partirono all'assalto del Campidoglio con l'intento di ripristinare la repubblica romana. In questa zona fu notevole anche l'afflusso degli ebrei che iniziarono a risiedere qui dal XII secolo con l'istituzione nel 1555 del Ghetto, che ha caratterizzato in modo determinante l'aspetto del rione. Qui vi furono il predominio dei Savelli e degli Orsini a monte Savello, dei Mattei e dei Cenci.  Qui si insediarono dapprima le famiglie baronali dei Fabi e successivamente dei Savelli che già sul colle Aventino possedevano la fortezza di Rocca Savella, e che trasformarono in fortezza il teatro Marcello. Mentre la famiglia degli Stefaneschi  edificarono un castello il Castrum Aureum all'interno del teatro Balbo e della cripta Balbo che più tardi donarono al convento di Santa Caterina. Vi si insediarono anche i Mattei, i quali eressero ben quattro palazzi  che insieme formarono un isolato, chiamato Isola dei Mattei", altre famiglie nobili scelsero di edificare le proprie residenze nel rione Sant'Angelo, furono i Costaguti, i Santacroce ed i Serlupi. Gli ebrei prima di trasferirsi al rione Sant'Angelo vivevano nei pressi del Porto di Ripa Grande, ma a causa della decadenza del commercio fluviale, all'inizio del XV secolo  abbandonarono la sponda destra del Tevere.  A quel tempo, a Roma vivevano circa 2.000 Ebrei e 1.200 si trasferirono a Sant'Angelo, un secolo dopo, il 14 luglio 1555, Papa Paolo IV, a capo della Controriforma, promulgò la Bolla "Cum nimis absurdum", con la quale revocò tutti i diritti alla comunità israelita e la rinchiuse nel Ghetto, murandolo, i  Cristiani che erano proprietari degli edifici posti all'interno del recinto poterono mantenere la proprietà ma, grazie al così detto diritto di possesso, essi non poterono né mandar via gli inquilini ebrei né aumentarne gli affitti. Il muro che isolava il Ghetto al resto della città di Roma,  era munito di 2 porte, che venivano aperte all'alba e chiuse ogni sera, un'ora dopo il tramonto, a quel tempo la zona non conteneva edifici degni di nota  la sola piazza importante era Piazza Giudea divisa dal muro in due parti., Dopo la costruzione dei muro di recinzione del Ghetto le tre chiese che sorgevano al suo interno, furono sconsacrate. Agli Ebrei romani era permesso di esercitare solo lavori umili, come straccivendoli, rigattieri o pescivendoli, potevano però dare prestiti a pegno, e questa attività provocò l'odio dei romani contro di loro. Quando uscivano dal Ghetto, gli uomini dovevano indossare un panno giallo, chiamato lo "sciamanno", e le donne un velo giallo, che era dello stesso colore delle meretrici. Durante le feste essi dovevano divertire i Cristiani, gareggiando in competizioni umilianti. Dovevano correre nudi con una corda intorno al collo, oppure con le gambe in un sacco. Talvolta gli ebrei si facevano cavalcare dai soldati a mo' di cavalli . Ogni anno in Campidoglio il Rabbino capo doveva rendere omaggio al Caporione, il capo dei Conservatori, ricevendone in cambio un calcio nel sedere. Con questa "cerimonia" la comunità ebraica riceveva così il permesso di rimanere un altro anno nella città eterna. Ogni sabato la comunità israelitica era obbligata ad ascoltare una predica coatta davanti alla chiesetta di San Gregorio a Ponte Quattro Capi, proprio al di là del recinto. Al tempo della sua costruzione, nel Ghetto, come del resto in tutta Roma, non esisteva acqua corrente. Anni dopo i Pontefici fecero costruire nel rione diverse fontane ed una venne posta in Piazza Giudea. A causa della sovrappopolazione degli ebrei in uno spazio così ristretto, a causa della mancanza di acqua e della vicinanza del Tevere che spesso inondava il Ghetto, la comunità ebraica viveva non solo in povertà ma anche soggetta alle epidemie, ed una più grave delle altre, nel 1656 uccise 800 ebrei, su 4000. Durante il Seicento ed il Settecento non ci furono eventi degni di nota perchè con il trasferimento della sede papale dal Laterano prima e a Borgo in Vaticano, poi, la zona del Campidoglio perse di importanza, prediligendo i papi la vasta pianura del Campo Marzio. Nel 1798, con la Rivoluzione Francese e l'istituzione della Repubblica Romana le porte del ghetto vennero aperte ed un albero come simbolo della riconquistata libertà venne piantato dagli ebrei a piazza Giudea, ma poi, purtroppo, con la caduta di Napoleone gli ebrei furono costretti a rientrare di nuovo  entro le mura del Ghetto, solo nel 1847, Pio IX ordinò la demolizione del muro ma, a causa della resistenza dei Romani, il compito dovette essere eseguito durante la notte, e  dopo il 20 settembre 1870, gli Ebrei romani cessarono di essere considerati cittadini di seconda classe.  La condizione di sovrappopolamento del rione si protrasse fino al 1870, durante gli anni Trenta fu edificata la via del Teatro Marcello, il teatro Marcello venne restaurato ed isolato abbattendo le costruzioni che aveva intorno, nel 1848 vennero abbattute le mura del ghetto pontificio dai liberali guidati da Ciceruacchio, e con la edificazione dell'argine del Tevere ed i relativi muraglionilungotevere, furono modificati anche l'aspetto medioevale del rione. Si diede poi anche l'avvio alla costruzione della Sinagoga. Durante gli anni venti Sant'Angelo venne coinvolto nel gigantesco programma di demolizioni messo in atto dal regime fascista. Nel 1926, il quartiere intorno al Teatro di Marcello venne demolito,  isolato e restaurato, molti vicoli e piazzette pittoresche scomparvero ma, fortunatamente vennero alla luce molti templi romani e bellissime case medievali fino a quel momento nascosti sotto costruzioni più tarde.  Dopo le demolizioni del periodo fascista, venne deciso di modificare i limiti storici del rione, stabiliti nel 1743 sotto Benedetto XIV e quindi il rione Sant'Angelo si è esteso, incorporando parti marginali ma importanti del rione Campitelli e del rione Ripa.  Durante l'occupazione tedesca di Roma nel corso della seconda guerra mondiale, la comunità ebraica romana benchè costretta a pagare 50 kg d'oro alle SS, per evitare la deportazione nei campi di concentramento nazisti, fu in parte deportata il 16 ottobre 1943, e purtroppo 2.091 ebrei romanimorirono nei campi di sterminio Tedeschi, altri ebrei vennero uccisi il 24 marzo 1944 alle Fosse Ardeatine. . Sant'Angelo ospita anche diverse istituzioni culturali, come l' Enciclopedia Italiana, la Discoteca Nazionale e il Centro di Studi Americani, che possiede la biblioteca europea più importante avente come soggetto gli Stati Uniti.

Rione Sant'Angelo monumenti e luoghi di interesse storico : Teatro Marcello, portico d'Ottavia, insula Mattei, palazzo Mattei di Paganica, palazzo Mattei di Giovem palazzo di Giacomo Mattei, palazzo Mattei Caetani, palazzo Costaguti, palazzo Santacroce, casa dei Vallati, Casa di Lorenzo Manlio, Albergo alla Catena, chiesa di Santa Caterina dei Funari, chiesa di Sant'Angelo in Pescheria, chiesa di San Gregorio della Divina Pietà, chiesa di San Stanislao dei Polacchi, chiesa di Santa Maria in Campitelli, chiesa di San Nicola in Carcere. chiesa di Sant'Ambrogio della Massima, oratorio di Sant'Andrea dei Pescivendoli, chiesa di Santa Rita da Cascia in Campitelli, chiesa di Santa Maria del Carmine e del Monte Libano.

Il Rione Sant'Angelo è delimitato da :  il lungotevere Cenci, via del Foro Olitorio, via del Teatro Marcello, via Montanara, piazza Campitelli, via Cavalletti, via dei Delfini, piazza Margana, via Margana, via dell'Aracoeli, via delle Botteghe Oscure, via Florida, Largo Arenula, via di Sant'Elena, via in Publicolis, via Santa Maria del Pianto, via delle Cinque Scole, piazza delle Cinque Scole, via della Tribuna in Campitelli, via di Monte Savello, via del Progresso,  via dei Falegnami.

Stemma del Rione Sant'Angelo R. XI Roma

Rione Sant'Angelo (Roma) stemma
Rione Sant'Angelo R. XI

Stemma del rione Sant'Angelo

Stemma del Rione Sant'Angelo : è un angelo su sfondo rosso, con un ramo di palma nella mano sinistra. In un'altra versione, l'angelo appare con una spada nella mano destra ed una bilancia nella sinistra.

Mappa del Rione Sant'Angelo

mappa rione sant'angelo roma

mappa Rione Sant'Angelo (Roma) disegno di De Zio

Rione Sant'Angelo R. XI Roma
 
FOTO RIONE SANT'ANGELO ROMA
Rione Sant'Angelo R. XI

Rione Sant'Angelo, Roma, foto Anna Zelli

torna Rione Sant'Angelo - Rioni di Roma - Guida Turistica di Roma

   Rione Sant'Angelo (Roma) RIONI DI ROMA,GUIDA TURISTICA DI ROMA Guida Turistica di Roma, Foto, Informazioni

Rione Sant'AngeloRioni di Roma - Guida turistica di Roma

Tutte le Foto sono di proprietà di Anna Zelli 
ne è vietata la riproduzione anche parziale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rione sant'angelo, roma


Contatti: Guida Turistica Roma

e mail arte cultura idee

zellianna@hotmail.com

 

Itinerari Turistici di Roma

roma itinerari turistici info e foto

Itinerari Turistici Roma

Passeggiate Romane

Piazza Navona dintorni

Pantheon e dintorni

Campo de Fiori dintorni

Portico d'Ottavia

via Giulia e dintorni

Piazza Spagna dintorni

via Veneto dintorni

Quirinale e dintorni

Campidoglio e dintorni

Foro Romano dintorni

Palatino e dintorni Roma

Aventino e dintorni

Testaccio e dintorni

Caracalla e dintorni

Trastevere e dintorni

Gianicolo e dintorni

Giardini Gianicolo

Laterano e dintorni

Celio e dintorni

Piazza Cavour dintorni

Borgo Vaticano e dintorni

Bibliografia Roma

Guida Turistica Roma

Itinerari Turistici Roma
 

Città del Vaticano Guida

ROMA CITTA' DEL VATICANO GUIDA TURISTICA www.annazelli.com

Città del Vaticano

Basilica di San Pietro

Musei Vaticani

Cappella Sistina

Giardini Vaticani

Strade in Vaticano

via della Conciliazione

Passetto Vaticano

Borgo e Vaticano

Rione Borgo R. XIV
 

Arte e Pittura Anna Zelli

anna zelli, pittrice, arte e pittura. www.annazelli.com

Anna Zelli Pittrice

Galleria A.Zelli

Galleria Ritratti Donne

     Omaggio a T. De Lempicka

     Galleria Ritratti Uomini 

     Galleria Nature Morte

     Galleria Paesaggi

      Paesaggi Urbani

     Galleria Disegni

2011 Mostra Zelli

2012 Quadri Zelli

Erboristeria Naturopatia

tematiche di medicina naturale erboristeria naturopatia a cura di anna zelli

Chi Sono Erboristeria

Accenni Erboristeria

Avvertenze uso Erbe

Patologie ed Erbe

Mappa Erboristeria

Schede Piante Officinalis

SCHEDE PIANTE OFFICINALIS,Erboristeria,erboristeria,ERBORISTERIA

Schede Erbe Piante

Vitamine e Minerali

Bibliografia Erboristeria

Fiori di Bach

fiori di bach mappa argomenti, www.annazelli.com

Fiori di Bach Home

Fiori di Bach Mappa

Bibliografia Fiori di Bach

Alimentazione Naturale

MAPPA SITO WEB ALIMENTAZIONE NATURALE, INFO A CURA DI ZELLI ANNA  www.annazelli.com

Alimentazione Sana

Mappa Alimentazione

Alimentazione Libri

Bellezza e Salute

erboristeria naturopatia bellezza e salute,mappa argomenti

Pelle Salute Erboristeria

elenco erbe fitocosmesi

mappa bellezza salute

Astrologia Medica

Astrologia Medica Mappa Argomenti

Suddivisione Zodiaco

Mappa Astrologia Medica

Bibliografia Astrologia

Arte Cultura Novità Idee

Anna Zelli - www.annazelli.com

H O M E

CHI SONO

CONTATTI

A.Z. Arte Cultura Novità Idee - www.annazelli.com

www.annazelli.com

Rione Sant'Angelo Roma

Rione Sant'Angelo R. XI

Rioni di Roma

Guida Turistica Roma

Itinerari Turistici Roma

Bibliografia Roma

Città del Vaticano

A.Z. Anna Zelli Arte Cultura Novità Idee www.annazelli.com
 

 

Anna Zelli  A.Z.  Arte Cultura Novità Idee

potete contribuire gratuitamente con le vostre idee : mandate una mail
 

Copyright dal 2011

tutte le foto e i contenuti del sito sono di proprietà esclusiva
è vietata qualsiasi riproduzione e copia del sito e delle immagini

torna

Guida Turistica di Roma - Itinerari Turistici di Roma -  Guida Turistica del Vaticano - Home Page

     Guida Turistica di Roma, Foto, Informazioni Itinerari Turistici di Roma GUIDA TURISTICA CITTA' DEL VATICANO Home Arte Cultura Idee Anna Zelli - www.annazelli.com

Guida turistica di Roma - Itinerari Turistici Roma - Guida turistica Città del Vaticano - Home Page

ANNA ZELLI www.annazelli.com

www.annazelli.com