Ponte Sant'Angelo (Roma) ponti di Roma sul Tevere sito web:   www.annazelli.com 

Roma Guida Turistica

ponte sant'angelo ( roma)

Ponti di Roma
ponte

     torna Rioni di Roma Ponti di Roma  Guida Turistica di Roma torna alla Home

ponte sant'angelo roma

Ponte Sant'Angelo Roma

Ponti di Roma

Ponti di Roma

PONTI CITTA' DI ROMA

Ponti di Roma

Ponti Scomparsi di Roma

Ponte di Agrippa oggi Ponte Sisto
Ponte di Michelangelo
(non eretto)
Ponte dei Fiorentini
(demolito)
Ponte Emilio oggi Ponte Rotto
Ponte Rotto ex Ponte Emilio
Ponte Mollo oggi Ponte Milvio
Ponte Neroniano
(scomparso)
Ponte Trionfale (
scomparso)
Ponte Vaticano (scomparso)
Ponte di Probo (scomparso)
Ponte Teodosio (scomparso)
Ponte S. G. dei Fiorentini
Ponte Sublicio (antico)
Ponte Elio oggi Ponte S. Angelo
Ponte Mammolo (antico)
Ponte di Ripetta (scomparso)

Ponti di Roma sul Tevere

Ponte Castel Giubileo
Ponte Tor Di Quinto
Ponte Flaminio
Ponte Milvio
Ponte Duca D'Aosta
Ponte della Musica
Ponte Risorgimento
Ponte Matteotti
Ponte Pietro Nenni Metropolitana
Ponte Regina Margherita
Ponte Cavour
Ponte Umberto I
Ponte Sant'Angelo
Ponte Vittorio Emanuele II
Ponte Principe Amedeo
Ponte Mazzini
Ponte Sisto
Ponte Garibaldi
Ponte Fabricio
Ponte Quattrocapi
Ponte Cestio
Ponte Palatino
Ponte Sublicio (nuovo)
Ponte Testaccio
Ponte dell'Industria
Ponte San Paolo
Ponte della Ferrovia
Ponte vecchio della Ferrovia
Ponte Marconi
Ponte della Magliana
Ponte Spinaceto Mezzocammino
Ponte della Scafa

Ponti di Roma sull'Aniene:

Ponte Lucano
Ponte Mammolo (nuovo)
Ponte Nomentano
Ponte Tazio
Ponte Delle Valli
Ponte Salario
Ponte di Nona

Ponti di Roma

I Lungotevere di Roma

Guida Turistica Roma
 

Fiume Tevere Roma

Molini sul Tevere

Porti Fluviali Roma

I Lungotevere di Roma

Muraglioni sul Tevere

Acquedotti di Roma

Cloaca Maxima

Fontane di Roma

Nasoni di Roma

Terme di Roma

Isola Tiberina

RIONI DI ROMA, INFORMAZIONI E FOTO, www.annazelli.com

Rioni di Roma

Rione Monti R.I

Rione Trevi R. II

Rione Colonna R. III

Rione Campo Marzio R. IV

Rione Ponte R. V

Rione Parione R. VI

Rione Regola R. VII

Rione Sant'Eustachio R.VIII

Rione Pigna  R. IX

Rione Campitelli R. X

Rione Sant'Angelo R. XI

Rione Ripa R. XII

Rione Trastevere R. XIII

Rione Borgo R. XIV

Rione Esquilino R. XV

Rione Ludovisi R. XVI

Rione Sallustiano R. XVII

Rione Castro Pretorio R. XVIII

Rione Celio R. XIX

Rione Testaccio R. XX

Rione San Saba R. XXI

Rione Prati R. XXII

Bibliografia Roma

ROMA GUIDA TURISTICA DI ROMA HOME MAPPA ARGOMENTI

Guida Turistica Roma

Itinerari Turistici Roma

Acquedotti di Roma

Anfiteatrii di Roma

Archi di Roma

Architettura Fascista

Architettura Medioevale

Aree Archeologiche

Biblioteche di Roma

Campanili di Roma

Chiese di Roma

Cinema di Roma

Circhi Stadi di Roma

Cloaca Maxima

Colli e Monti di Roma

Colonne Trionfali

Cortili di Roma

Cupole di Roma

Edicole Sacre di Roma

Fiume Tevere Roma

Fontane di Roma

Fori di Roma

Giardini di Roma

i 7 Colli di Roma

I Lungotevere di Roma

Isola Tiberina

Lupa Capitolina Roma

Metropolitana di Roma

Meridiane Orologi Solari

Mitrei di Roma

Molini sul Tevere

Monumenti di Roma

Mura di Roma

Muraglioni di Contenimento

Muraglioni sul Tevere

Musei di Roma

Nasoni di Roma

Obelischi di Roma

Ospedali di Roma

Palazzi di Roma

Piazze di Roma

Ponti di Roma

Porte di Roma

Porti Fluviali Roma

Roma Quadrata Palatino

Scalinate di Roma

Statue di Roma

Teatri di Roma

Templi di Roma

Terme di Roma

Torri di Roma

Vie Strade di Roma

Vicoli di Roma

Vedute Panorami Roma

Rioni di Roma

Itinerari Turistici Roma

Passeggiate Romane

Guida Turistica Roma

Bibliografia Roma

Guida Turistica di Roma, Foto, Informazioni 

Guida Turistica Roma

A.Z. Anna Zelli Arte Cultura Novità Idee www.annazelli.com
 


PONTE SANT'ANGELO (ROMA)
ex antico ponte Elio,
detto, pons Aelius, ponte di Adriano, ponte San Pietro, pons
Sancti Petri il ponte va da Lungotevere Tor di Nona e Lungotevere degli Altoviti

Ponte Sant'Angelo, rione Borgo, e rione Ponte, Roma, eretto sul vecchio ponte Elio del Mausoleo di Adriano, che fu sostituito dall'attuale ponte Sant'Angelo, detto anche pons Aelius, ponte Elio, ponte di Adriano, pons Sancti Petri, ponte San Pietro. La costruzione del primitivo ponte Elio fu voluta dall'imperatore Adriano, fra il 121 e il 134, il ponte Elio, oggi ponte Sant'Angelo, venne edificato quando l'Imperatore Elio Adriano fece edificare il suo Mausoleo, oggi Castel Sant'Angelo, per dare un accesso trionfale al monumento dell'Imperatore che si trovava al di là del Tevere. L'antico ponte Elio era ornato da 8 colonne, quattro colonne per parte, con magnifiche statue ed una cancellata  con due pavoni che oggi si trovano ai Musei Vaticani al Cortile della Pigna. Il ponte venne chiamato Elio, per il nome dell'Imperatore Elio Adriano, e  ne fu architetto Demetriano che nell'anno 136 si occupò del progetto e della realizzazione del Mausoleo di Adriano. Ponte Elio, non fu un vero e proprio ponte, perchè conduceva dalla città di Roma solo al Mausoleo, e sembra che l'unica strada presente nella zona fosse l'antica via Cornelia. Il ponte Elio era quindi la sola via di accesso al Mausoleo, alla tomba dell'Imperatore Adriano e dei suoi familiari, il ponte Elio più che per attraversare il Tevere era usato dai romani solo per arrivare al mausoleo e rendere omaggio al morto Adriano. Il ponte manterrà il nome Elio fino al 600 circa, anno in cui Papa Gregorio Magno ebbe la visione dell'Angelo che rinfodera la spada a significare la fine della pestilenza che affliggeva Roma. E fu allora che sulla cima del Castello venne posto il primo Arcangelo Michele ed anche il ponte come il Castello, si comincerà a chiamarsi ponte Sant'Angelo. Quindi il ponte Sant'Angelo, venne riedificato al posto del ponte Elio e davanti al riedificato anch'esso, Mausoleo di Adriano. Il ponte Sant'Angelo, a differenza del precedente ponte Elio, è oggi costituito da 5 fornici, solo i 3 centrali appartengono all'antico romano Ponte Elio, la forma è elegante, la rampa d'accesso ha una leggera curvatura, la lunghezza complessiva del ponte è di 135 metri. Durante i lavori di arginatura del Tevere del 1892, tornarono alla luce anche le antiche rampe di accesso. Ponte S. Angelo è uno dei ponti più belli ed eleganti di Roma e regge bene con l'altrettanto antico Ponte Milvio. Durante l'Anno Santo, del 1300 indetto da Papa Bonifacio VIII il ponte era diviso in due parti da una fila di piccole botteghe, ed i pellegrini accorsi in grande moltitudine erano divisi tra quelli che si dirigevano al mausoleo e quelli che andavano alla tomba dell'Apostolo Pietro. Nell'antica Roma il ponte era interdetto alle bighe, e come allora anche oggi il ponte è interdetto al traffico, ed ha solo funzione pedonale. Ponte S. Angelo è la strada più breve per arrivare a San Pietro dal Tevere, tantè che in antico sarà chiamato anche "Ponte Sancti Petri". Durante il Medio Evo ponte Sant'Angelo era dotato di un Torrione di guardia posto davanti a Castel Sant'Angelo che a quell'epoca era adibito a fortezza. Il Ponte rimarrà lo stesso per tutto il periodo medioevale, unico evento fu la distruzione delle piccole botteghe, fatte bruciare per ordine di Baldassarre Cossa antipapa con il nome di Giovanni XXIII. E fu qui che il Cardinale Vitelleschi duro governatore di Roma che agiva in nome di Eugenio IV, subì un agguato dal quale si difese prima di essere ferito, e rinchiuso nel Castello dove morì dopo pochi giorni. Nel 1450 Papa Niccolò V fece restaurare radicalmente il ponte, a seguito di una tragedia nella quale morirono 172 pellegrini, convenuti a Roma per l'Anno Santo, i quali  a causa delle bizze della mula del Cardinale Barbo, si ammassarono e si addossarono al ponte, il quale però per il crollo delle spallette non resse alla calca dei pellegrini, il ponte cedette e i pellegrini caddero e morirono affogati nel Tevere. La scritta "N.PP.V" su uno dei piloni del ponte fa riferimento a questo restauro. In quell'occasione Papa Niccolò V dotò il ponte sulla riva destra di due grandi Torrioni uniti da una grande porta che serviva da passaggio, aprì la piazza di Ponte e fece costruire delle cappellette votive sulla riva sinistra, cappellette che poi vennero abbattute. Queste erano state erette tra il 1451 e il 1454, a ricordo del tragico evento dell'Anno Santo del 1450, le piccole cappelle erano di forma ottagonale, una era dedicata a Santa Maria Maddalena, della quale si conserva la reliquia del piede  nella chiesa di San Celso in Banchi e l'altra era dedicata ai SS Innocenti, che erano coloro che avevano perduto la vita  per le bizze della mula del cardinale Barbo. Fu da queste piccole cappelle che i Lanzichenecchi, come ricorda   Papa Clemente VII, facevano fuoco contro gli spalti del Castello, nel quale si era rifugiato lo stesso Papa Clemente VII.  Tornando a Papa Niccolò V, egli diede inoltre incarico all'architetto Leon Battista Alberti di ricoprire il ponte con un loggiato, per ripararsi dalle intemperie. Successivamente nel 1488 il ponte e la piazza vennero impiegati per le esecuzioni capitali, ed i resti delle persone giustiziate venivano qui esposti a mo di esempio e di monito sulle spallette del ponte. Dove oggi si ammirano gli angeli, ma a quei tempi, sulle spallette del ponte erano messe le teste dei giustiziati, le membra degli squartati, e le forche degli impiccati, era talmente abituale a Roma assistere a scene tanto macabre che esisteva un detto "Bella giornata, peccato che nun ce sii l'impiccato !". Papa Sisto V, solo due ore dopo la sua elezione procedette alle prime impiccagioni, e sugli spalti del Castello di fronte al ponte dondolavano i corpi per far capire ai Romani che aria tirava. A quell'epoca Roma era piena di delinquenza, rapine, furti, stupri, e violenze di ogni genere, prepotenze dei nobili romani, e dei non nobili, una vasta gamma di reati che per reprimerli occorreva una mano dura ed energica, e Papa Sisto V con una serie di impiccagioni, riuscirà a riportare un pò di ordine nella città di Roma. Papa Alessandro VI, procedette ad abbattere i Torrioni di Papa Niccolò V, sostituiti da un enorme Torrione adiacente al Castello, tale Torrione chiuse le arcate minori del ponte poste sulla riva destra, e la cosa fu fatale per le inondazioni del Tevere. Nel 1530 Papa Clemente VII fece abbattere le due cappellette della piazza di Ponte forse per annullare il terribile ricordo del Sacco di Roma da parte dei Lanzichenecchi. Al posto delle cappellette fece erigere due statue tutt'ora esistenti di San Pietro del Lorenzetti e di San Paolo di Paolo Romano. I piedistalli delle statue recano l'emblema di Papa Clemente VII  e due iscrizioni attribuite al Cardinale Pietro Bembo con la scritta Rione XIV Borgo. Il ponte aveva talmente triste fama di essere luogo di esecuzioni capitali, che si diceva che c'erano più teste mozze a ponte Sant'Angelo che meloni al mercato. Al Boia era comunqne vietato di passare il ponte, non poteva andare dentro Roma, ma rimanere a Trastevere dove abitava. Sotto il pontificato di Papa Paolo III, nel 1535 per la venuta a Roma di Carlo V, il Papa fece scolpire da Raffaele da Montelupo 8 statue di patriarchi ed evangelisti che dovevano decorare il ponte. Poi Papa Clemente IX commissionò al Bernini le statue di Angeli che ancora oggi ornano il ponte. Le statue furono eseguite dagli allievi di Gian Lorenzo Bernini, su suoi modelli, erano 10 grandi statue di angeli, ciascuno con un suo strumento, come simboli della passione. Due di questi angeli furono scolpiti dallo stesso Bernini, ma il papa li trovò troppo belli per esporli alle intemperie, e gli originali furono collocati nella  casa del Bernini dove rimasero fino al 1729 e poi trasferiti   nella chiesa di Sant'Andrea delle Fratte dove ancora oggi si possono ammirare e qui furono messe due copie. Sembra che comunque il Bernini avesse scolpito un terzo angelo, perchè voleva che almeno una sua opera fosse sul ponte, sarebbe l'angelo con il Cartiglio della passione di Cristo, la quarta statua a destra. Gli Angeli di ponte Sant'Angelo sono 10 : l'angelo con il Cartiglio della passione di Cristo del Bernini, l'Angelo con il titolo della croce copia dell'originale del Bernini, l'Angelo con la corona di spine, copia del Bernini ; l'Angelo con la Colonna opera di Raggi; l'Angelo con la Croce pera del Ferrara, l'Angelo con la Spugna opera del Giorgetti, l'Angelo con il Flagello opera del Moretti,l'angelo con la Veste e i dadi opera del Naldini, l'angelo con il volto Santo opera del  Fancelli, l'Angelo con la Lancia del Guidi, l'angelo con i chiodi del Lucenti. Il Ponte visse un episodio nel 12 Luglio 1881 quando nottetempo mentre si stava trasportando la salma di Papa Pio IX per essere tumulata per volere del Papa dal Vaticano a San Lorenzo fuori le mura, un gruppo di facinorosi, tentò di impadronirsene al grido della "la carogna al fiume !", il tentativo non riuscì, e il Papa venne tumulato di nascosto. Dopo l'unità d'Italia, tra i vari restauri di Roma, e nuove edificazioni, si volle restaurare anche ponte Sant'Angelo, e nel 1892 vennero abbattute le antiche spallette del ponte, edificate due nuove arcate simili alle antiche, in una costruzione simmetrica, che fece però perdere l'antica eleganza del ponte. Durante i lavori vennero alla luce la platea del ponte Elio con il selciato in ottimo stato, e qualche tratto del parapetto originario. Il ponte nei secoli fu attraversato non solo dai pellegrini, ma anche da personaggi illustri, come Dante Alighieri, Torquato Tasso, Michelangelo, Bramante, Verrocchio, Bottichelli, L'Alberti, Copernico, Santa Francesca Romana, Santa Rita da Cascia, San Filippo Neri, Sant'Ignazio di Loyola, San Carlo Borromeo, e da re e regine.

 I Ponti costruiti a Roma fino all'anno 1000

Ponte Sublicio, scomparso e di incerta collocazione, probabilmente molto vicino a ponte Emilio
Ponte Emilio, poi Ponte S.Maria agibile
Ponte di Agrippa
: scomparso, di incerta collocazione, comunque era sotto il Gianicolo
Ponte Neroniano,poi Ponte Trionfale, scomparso, i resti sono nel fiume all'altezza Nuovo Ospedale Santo Spirito
Ponte Probo
, divenuto poi Ponte di Teodosio, scomparso,forse ne sono i resti i ruderi all'altezza di Via del Mascherone
Ponte Milvio, agibile al passaggio pedonale
Ponte Cestio, agibile
Ponte Fabricio, agibile al passaggio pedonale
Ponte Aurelio o Ponte Gianicolense, inagibile, oggi sopra c'è l'attuale Ponte Sisto
Ponte Elio, poi ponte S. Angelo, agibile in epoca Romana solo per l'accesso al mausoleo di Adriano oggi pedonale

Fotografie Ponte Sant'Angelo Roma

ponte sant'angelo roma

ponte Sant'Angelo, Roma, foto Anna Zelli

Fotografie Ponti di Roma sul Tevere e sull'Aniene (scomparsi)

Fotografie e Informazioni fiume Tevere Roma

PONTI CITTA' DI ROMA FOTO DEL FIUME TEVERE A ROMA PORTI FLUVIALI CITTA' DI ROMA (SCOMPARSI) LUNGOTEVERE CITTA' DI ROMA
Ponti di Roma Fiume Tevere Roma Porti Fluviali Roma I Lungotevere di Roma
MURAGLIONI SUL TEVERE CITTA' DI ROMA gli acquedotti di roma Cloaca Maxima Città di Roma FONTANE DI ROMA
Muraglioni sul Tevere Acquedotti di Roma Cloaca Maxima Fontane di Roma
Nasoni le fontanelle di Roma GLI SCOMPARSI MOLINI SUL TEVERE ROMA FOTO TERME DI ROMA ISOLA TIBERINA CITTA' DI ROMA
Nasoni di Roma Molini sul Tevere Terme di Roma Isola Tiberina

Torna i Ponti di Roma

PONTI CITTA' DI ROMA
Ponti di Roma

Ponti di Roma, foto Anna Zelli

Torna

Rioni di Roma - Guida Turistica di Roma - Itinerari Turistici di Roma

 RIONI DI ROMA,GUIDA TURISTICA DI ROMA Guida Turistica di Roma, Foto, Informazioni Itinerari Turistici di Roma

Rioni di Roma - Guida Turistica di Roma - Itinerari Turistici Roma

Torna

    Ponti di Roma

Contatti

e mail arte cultura idee

zellianna@hotmail.com

Guida Turistica di Roma
arte cultura novità idee

 

   Guida Turistica di Roma

Tutte le Foto sono di proprietà di Anna Zelli ne è vietata la riproduzione anche parziale

 Copyright dal 2011

tutte le foto e i contenuti del sito sono di proprietà esclusiva
è vietata qualsiasi riproduzione e copia del sito e delle immagini

torna

Guida Turistica di Roma - Itinerari Turistici di Roma -  Guida Turistica del Vaticano - Home Page

     Guida Turistica di Roma, Foto, Informazioni Itinerari Turistici di Roma GUIDA TURISTICA CITTA' DEL VATICANO Home Arte Cultura Idee Anna Zelli - www.annazelli.com

Guida turistica di Roma - Itinerari Turistici Roma - Guida turistica Città del Vaticano - Home Page

ANNA ZELLI www.annazelli.com

www.annazelli.com