Palazzo Zelli Pazzaglia,Via San Lorenzo, Palazzi di Viterbo centro, Viterbo,  info e foto a cura di Anna Zelli sito ufficiale web www.annazelli.com
 

Palazzi di Viterbo centro
Via San Lorenzo

 palazzo zelli pazzaglia arcangeli palazzi di viterbo centro info turistiche e storiche e foto a cura di anna zelli

PALAZZO ZELLI PAZZAGLIA ARCANGELI VITERBO

     Guida Viterbo centro Viterbo dintorni torna alla Home

 Palazzo Zelli Pazzaglia

palazzo zelli pazzaglia via san lorenzo viterbo info e foto

Palazzo Zelli Pazzaglia

Via San Lorenzo
Piazza del Plebisicito
Chiesa di San Biagio
Cortile palazzo Zelli Pazzaglia
Fontana cortile Zelli Pazzaglia
Loggia cortile Zelli Pazzaglia
Stemmi Zelli Pazzaglia
Famiglia Zelli Pazzaglia

Famiglia Massinaghi
Famiglia Chigi
Famiglia Arcangeli

Guida Viterbo centro

Viterbo Bibliografia

Palazzi Viterbo centro

palazzi storici a viterbo centro

Palazzi di Viterbo centro

 Torri di  Viterbo

torri di viterbo centro storico

Torri di Viterbo

 Famiglie Illustri Viterbo

famiglie nobili di viterbo storia opere palazzi

Famiglie illustri di Viterbo

 Viterbo

VITERBO MAPPA CENTRO STICO PIANTINA

Mappa Viterbo centro

Guida Viterbo centro

Viterbo dintorni

Viterbo Bibliografia

Contatti

 Info Turistiche Viterbo

guida turistica di viterbo città dei papi centro storico info e foto anna zelli

Viterbo informazioni Turistiche

Viterbo

Guida Turistica Viterbo

Archi di Viterbo centro
Biblioteche Viterbo centro
Bibliografia Viterbo
Contatti
Cortili di Viterbo centro
Chiese di Viterbo centro
Chiese fuori Viterbo
Campanili di Viterbo centro
Cupole di Viterbo centro
Chiostri di Viterbo centro
Cinema di Viterbo centro
Città dei dintorni Viterbo
Colli di Viterbo centro
Confraternite di Viterbo
Degrado Viterbo
Dintorni Viterbo da vedere
Edicole sacre a Viterbo
Eventi Viterbo e dintorni
Famiglie nobili di Viterbo
Festa Santa Rosa Viterbo
Fiumi Fossi di Viterbo
Fontane lavatoi di Viterbo
Giardini Parchi Orti
Giornali e Media Viterbo
Laghi dintorni Viterbo
Lapidi Viterbo centro
Leggende di Viterbo
Logge di Viterbo centro
Mappa piantina Viterbo centro
Mappe vie piazze Viterbo
Musei di Viterbo centro
Monumenti di Viterbo
Mare e spiagge vicine
Mura Viterbo centro
Nasoni di Viterbo centro
Numeri utili
Ordini Religiosi Viterbo
Ospedali scomparsi
Orologi Viterbo centro
Palazzi di Viterbo centro
Papi eletti a Viterbo
Piazze di Viterbo centro
Porte Storiche di Viterbo
Porte fuori Viterbo
Porte murate e scomparse
Ponti di Viterbo centro
Profferli di Viterbo centro
Panorami di Viterbo centro
Quartieri Viterbo centro
Quartieri Viterbo
Santi vita opere storia
Scalinate Viterbo centro
Scuole Università Viterbo
Statue busti e teste
Stemma araldico di Viterbo
Stemmi a Viterbo
Storia di Viterbo
Testimonianze Etrusche
Torri di Viterbo centro
Teatri di Viterbo centro
Terme di Viterbo
Vie di Viterbo centro
Viterbo sotterranea
Viterbo e la Tuscia
Viterbo dintorni vedere
 

 Piazze di Viterbo

vterbo piazze di viterbo

Piazze di Viterbo centro

 Vie di Viterbo

vie di viterbo centro storico

Vie di Viterbo centro

 Info turitiche Roma

A.Z. Arte Cultura Idee Guida Turistica di Roma www.annazelli.com

Itinerari Turistici Roma

Passeggiate Romane

Rioni di Roma

Città del Vaticano

Guida Turistica Roma

Bibliografia Roma

Contatti

Città del Vaticano

Città del Vaticano Guida Turistica

Città del Vaticano

Basilica di San Pietro

Musei Vaticani

Cappella Sistina

Giardini Vaticani

Strade in Vaticano

Borgo e Vaticano

Rione Borgo R. XIV

Informazioni Viterbo

Viterbo

viterbo centro storico

Guida Viterbo centro

Viterbo dintorni

Viterbo Bibliografia

Viterbo - Roma

Guida Viterbo centro

Guida Turistica Roma

contattaci

e mail arte cultura idee

Contatti

zellianna@hotmail.com

Torna alla Home

A.Z. Anna Zelli Arte Cultura Novità Idee www.annazelli.com

H O M E   P A G E

www.annazelli.com
 

Palazzo Zelli Pazzaglia, anche noto come palazzo Arcangeli, è via san Lorenzo, Viterbo, venendo da piazza del Plebiscito sulla sinistra, di fronte alla sconsacrata chiesa di San Biagio, nel cortile di ingresso vi sono lastre marmoree che ricordano il passaggio ed il soggiorno del re Carlo IV di Spagna che qui si fermò nel 1812 con la moglie Maria Luisa di Borbone. Nel 1821 ospitò Maria Luisa Regina d’Etruria, e nel 1829 il re di Napoli. Il cortile è abbellito da una fontana del XVII secolo. Il palazzo oggi restaurato è diviso in appartamenti privati.  Nei secoli  XVII e metà del  XVIII , questa era una abitazione più modesta di proprietà della Famiglia Massinaghi, nel 1700 venne ceduta in enfiteusi perpetua dalla famiglia Chigi ad Antonio Massinaghi, poi passò in eredità a Giovanni Battista Massinaghi, il quale nel 1723 chiese alla Congregazione Vescovile di poter acquistare la casa, con annessa bottega, per accorparla ad un’altra abitazione  adiacente, poi nel 1753 la proprietà venne acquistata da Biagio Pazzaglia figlio di Pietro Felice Zelli, corrispondendo ai Chigi un canone mensile. Nel 1918 il dominio diretto apparteneva alla Marchesa Laura Patrizi Naro Fu Filippo, la quale cedette la proprietà all’Avvocato Giuseppe Ferdinando Egidi fu Salvatore  il quale ebbe il diritto di esigere il canone. Poi nel 1926,  la proprietà passò dalla famiglia Zelli Pazzaglia alla famiglia Arcangeli In questo palazzo ebbe sede nel Ventennio il Partito nazionale fascista, Federazione provinciale dei Fasci di Combattimento, ne è testimone una scritta sbiadita, pitturata sulla facciata, e ancora prima fu la residenza della Banca Popolare Cooperativa. Nell’atrio vi è una lapide posta da Giulio Zelli Pazzaglia, che ricorda le personalità illustri che dimorarono in questo palazzo. Tra questi L’imperatore Francesco I d’Austra, Leopoldo Ferdinando III. Il palazzo, essendo di proprietà privata e divisa in appartamenti non è visitabile.

Stemma famiglia Zelli Pazzaglia, via San Lorenzo Viterbo, campeggia sopra il portale dell'ingresso principale su via San Lorenzo.

Loggia cortile palazzo Zelli Pazzaglia, Viterbo, via San Lorenzo, è all'interno del cortile del palazzo, appena varcato l'ingresso.Il cortile è ben curato e presenta due fontane, delle lapidi ed una bella loggia.

Fontane palazzo Zelli Pazzaglia, via San Lorenzo Viterbo,  all'interno del cortile ben curato del palazzo Zelli Pazzaglia oggi diviso in appartamenti ad uso privato si possono ammirare al centro una bella fontana formata da due vasche quella in basso più grande di forma ottagonale al cui centro c'è un pilastro al di sopra del quale poggia una vasca di forma circolare più piccola. Un' altra fontana è invece addossata al muro all'interno di una grande nicchia al di sotto di una bella loggia, la vasca inferiore è di forma semicircolare e su un piedistallo poggia una vasca di dimensioni più piccole.

Famiglia Massinaghi, Lombardi, vennero aggregati alla nobiltà Viterbese nel 1712, si trasferirono a Viterbo alla fine del ‘500 quando Nicola Massinaghi sposò Battista Pellegrini, dama di compagnia di Caterina Cervara, moglie del Conte Ludovico Marsciano dei Conti Marsciano, la quale aveva dato una cospicua dote alla sua dama di compagnia. Nicola Massinaghi quindi, dopo il matrimonio si trasferì a Viterbo, tra il 1632 ed il 1634 fu fornitore dei doganieri della Provincia del Patrimonio di Viterbo. Dal suo matrimonio ebbe dei figli, tra questi,  Francesco nato nel 1606 che nel 1633 sposò Girolama Diotallevi nel 1633, da questa unione, nacquero il figlio Antonio, che fu mercante e nel 1710 subappaltatore delle Poste delle lettere e dei cavalli di Viterbo ed Angelo che si laureò in legge e che nel 1676 fu Computista della Comunità di Viterbo; Angelo Massinaghi, nel 1685 acquistò un edificio per conceria nella parrocchia di San Pellegrino. sposò Maria Angela Pintani e da loro derivarono Anna Teresa e Girolama che presero la via del monastero; Giovan Battista che provvide alla costruzione del palazzo di famiglia in quella che allora era la via della mercanzia, oggi via San Lorenzo, ; successivamente, per ampliare la sua proprietà, chiese nel 1723 alla Curia vescovile di poter avere in locazione una abitazione davanti alla chiesa di San Biagio per incorporarla alla sua nuova dimora. Erede di Giovan Battista, nel 1744 fu il  nipote Domenico Sensi fu Nicola La dinastia si estinse quando i successori non ebbero eredi. L’abitazione davanti alla chiesa di San Biagio oggi è di proprietà della famiglia Arcangeli.

Famiglia Zelli – Pazzaglia, da cui prende il nome il palazzo  a via San Lorenzo, Viterbo, centro, storico,  il ramo Zelli fu presente a Viterbo nei   secoli . XV-XX, I Zelli erano una Famiglia Nobile, originaria della Città ed inserita nel Patriziato nel 1435, poi proseguì a Vetralla; un suo ramo si trasferì agli inizi del sec. XVII a  Bagnoregio, estinguendosi in questa località la linea viterbese, mentre la casata perdurò in Vetralla , dividendosi nei rami Zelli Pazzaglia estinto alla metà del sec. XIX, e da cui prende nome il palazzo a Viterbo a via San Lorenzo, abbandonato nel dopoguerra e restaurato nel 2005 e Zelli Jacobuzzi, tuttora famiglia fiorente reintegrata nel 1749 nella nobiltà viterbese. Capostipite dei Zelli  fu Francesco, detto Zello. Gli Zelli erano originari di Viterbo con capostipite Francesco, di Andrea, di Giacomo alias Zello che era a Viterbo nel 1424. La famiglia in seguito si divise con un ramo che si stabilì a Vetralla. Estinto il primo, alla fine del XVI secolo, il secondo con Pier Felice di Girolamo Zelli e Costanza Pazzaglia fu reintegrato nella nobiltà viterbese nel 1749 e si divise in Zelli Pazzaglia e Zelli Jacobuzzi. Estinti anche gli Zelli Pazzaglia, verso la metà del XIX secolo, rimasero solo gli Zelli Jacobuzzi

Storia della Famiglia Zelli, Jacobuzzi Pazzaglia, che avevano una proprietà a via San Lorenzo Viterbo.Questa nobile famiglia originaria di Viterbo fu presente in città nei secoli XV e XX, nel 1435 venne inserita nel patriziato, un ramo si trasferì a Vetralla ed un altro nel XVII secolo si trasferì a Bagnoregio.  Una volta estintosi il ramo di Bagnoregio la casata fu ancora presente a Vetralla dividendosi nel ramo Zelli Pazzaglia, questo si estinse nel XIX secolo, il palazzo nel dopoguerra venne abbandonato, e successivamente nel 2005 fu restaurato dalla famiglia Zelli Jacobuzzi, famiglia che nel 1749 venne reintegrata nella nobiltà viterbese. Capostipite della famiglia Zelli  fu Francesco, detto Zello, i cui figli furono lo speziale Giovan Angelo, e Giacomo priore della città nel 1469, da cui nacquero Silvestro, con il quale la casata si diramò a Vetralla, Giovanni Francesco, fu priore nel 1516 e speziale nel 1522;  mentre Costantino, fu pittore oltre che speziale . Costantino, nella seconda metà del sec. XVI praticava l’arte dello speziale a Bagnoregio, i suoi figli Bernardino e Orazio, furono anche loro attivi a Bagnoregio. Nel 1537, Marco, il nipote di Giacomo, fece stimare la spezieria a Viterbo.. Un tale Bernardino Zelli fu priore nel 1559, era il figlio del pittore Costantino, il fratello di Costantino, Giacomo nel 1598 fondò con Giulio Sinibaldi una società per il commercio delle trine, e suo figlio Girolamo nel 1626 era un fabbro ferraio. Successivamente un ramo si trasferì a Vetralla e di questa famiglia si ricorda Giovanni Battista che fu un medico fisico, e padre del canonico Angelo che appoggiò Benedetto Baldi affinchè si edificasse un monastero a Vetralla, dedicato alla Vergine del Carmelo. Un Girolamo si sposò in prime nozze con Anna Costanza Pazzaglia, una famiglia nobile di Civitavecchia. Ebbe come figli Pier Felice, che sposato con  Francesca Penelope Scarselli  ebbe nel 1712 un figlio di cui fu dato il nome di  Biagio, con lui con cui ebbe inizio la linea Zelli-Pazzaglia, e  mentre  l’altro figlio Leopoldo nato nel 1724 erede fideiussario di Luigi Jacobuzzi, diede inizio alla linea Zelli Jacobuzzi. Con Biagio e Leopoldo, la famiglia Zelli venne nel 1749, reintegrata nella nobiltà viterbese. Biagio faceva parte della magistratura civica e nel 1766, insieme a Gaetano Coretini, a causa della carestia, rifornì di grano, a sue spese,  la città. I figli di Biagio: Michele e Vincenzo nella seconda metà del 1700 furono Padri Passionisti.  Mentre l’altro figlio Giuseppe, colonnello, nel 1793, con la carica di governatore provvisorio, nel 1798, sedò una rivolta armata evitando l’uccisione di alcuni funzionari francesi. Fu anche comandante della Guardia Nazionale, ruolo al quale rinunciò in favore del figlio Giulio, oltre agli altri due figli Giuseppe ed Alessandro. Nel 1810, Giulio fu sotto Prefetto di Viterbo, nel 1816 venne nominato amministratore del feudo camerale di Farnese e gonfaloniere fino al 1831, fu anche colonnello della milizia civica. Nel 1810 moriva l’unica figlia di Giulio ed il ramo si estinse. Mentre il ramo Zelli Jacobuzzi proseguì con il figlio di Leopoldo, Francesco Maria, che fu nel 1814 amministratore dei beni ecclesiastici della diocesi di Viterbo e Tuscania, Pietro Felice Zelli Pazzaglia, canonico della cattedrale di San Lorenzo a Viterbo, morì nel 1801 travolto dalla macchina di Santa Rosa; Luigi Zelli Pazzaglia, fu  canonico della cattedrale e avvocato criminale, primo direttore nel 1812 della Biblioteca comunale; Paolo Zelli Pazzaglia, fu priore amministratore dell’abbazia di Farfa nel 1821, vescovo in partibus di Ippona  nel 1824, amministratore e vicario apostolico di Osimo e Cingoli, poi vescovo di Assisi nel 1827 e di Ascoli nel 1832; Raffaele Zelli Pazzaglia nato a Vetralla nel 1772, e morto a Roma nel 1817, fu monaco cassinese, docente di filosofia a Ravenna, fu autore del trattato Elementi di filosofìa metafìsica .

Stemma Zelli Jacobuzzi Pazzaglia: partito: nel 1° d’azzurro alla fascia d’oro accompagnata in capo da una stella dello stesso, ed in punta da due monti, ciascuno di tre cime, d’oro, ordinati in fascia. La seconda partizione variava in base al ramo della famiglia (Zelli Pazzaglia: d’azzurro alle due spade incrociate accostate da una stella di otto raggi in capo e da una rosa di rosso in punta).

Famiglia Arcangeli, Viterbo, possiede dal 1926 la proprietà, divisa in abitazioni private, su via San Lorenzo, proprietà che in precedenza era in uso della famiglia Massinaghi, e poi dei rami familiari Zelli Pazzaglia e Zelli Jacobuzzi. Questa famiglia nobile, originaria di Bagnoregio, si trasferì a Viterbo nel XVIII secolo, con Lazzaro, figlio di Francesco Arcangeli. In precedenza nel 1695, Giustina Anna Arcangeli che era educanda presso il monastero di San Domenico a Viterbo, venne aiutata economicamente dall’ecclesiastico Nicola, del fu Domenico Arcangeli che aveva la residenza nella parrocchia di San Giovanni in Zoccoli e beneficiario nella chiesa di San Pietro a Roma, morì nel 1728 e venne sepolto nella chiesa di Santa Maria in Gradi.  Un Lazzaro Arcangeli sposò in prime nozze nel 1719, la nobile viterbese Caterina Torellini, ed in seconde nozze la nobile viterbese Laura Rcciolo, Morì nel 1758, un figlio, Francesco Pasquale Arcangeli, sposò Angela Tozzi, trasferendo la residenza nel palazzo della moglie a Santa Croce; nel 1769 fu tra i governatori del’Ospedale Grande degli Infermi, i figli : Ludovico Nicola Arcangeli fu Protonotario Apostolico, la figlia Lucia Vittoria Arcangeli sposò in prime nozze il nobile Paolo Fazi Sacchi ed in seconde nozze il conte Pietro Ragani di Amelia. Lazzaro Luigi Arcangeli nel 1798 sposò la nobile Livia Zelli Pazzaglia, ed insieme abitarono nel palazzo che era di proprietà di Livia, palazzo, di fronte alla Chiesa di San Biagio, su via San Lorenzo, a Viterbo.Lazzaro Luigi Arcangeli fu Gentiluomo del Re di Sardegna, Commendatore di San Gregorio Magno e nel 1837 componente della Commissione sanitaria provinciale e Direttore delle Poste, Gonfaloniere del Comune di Viterbo. I figli di Lazzaro Luigi Arcangeli, furono,  Fulvio Cesare, monaco benedettino con il nome di Gregorio (1805-1850); Giuseppe Crispino (1807-1871), amministratore dell’Opera Pia S. Calcedonio in S. Faustino; Vittoria Francesca (1811-1898) che aveva sposato il conte Enea Stauli di Parma; Domenico Liborio che aveva sposato in prime nozze Anna Ravicini e successivamente Drusilla Gualterio figlia del marchese Luigi Gualtiero, che fu un fervente patriota e condannato a morte dal Governo pontificio, pena poi commutata in dieci anni di carcere;Luigi Gualtiero, nel 1857 fece parte della Commissione municipale. I successivi rappresentanti di questa famiglia dissiparono chi più chi meno il patrimonio E nel 1937 questa illustre famiglia i estinse.

Stemma Arcangeli ci sono due versioni: uno, è d’oro a tre fasce di verde accompagnate da sei gigli d’azzurro posti 3-2-1. d’azzurro a due spade di argento manicate d’oro, decussate, ed accompagnate da due rose di rosso, una in capo ed una in punta; mentre per il Signorelli  d’azzurro alle due spade incrociate al naturale accostate da una stella di otto raggi d’oro in capo e da una rosa di rosso in punta, partito, al 1° d’azzurro, alla fascia d’oro, accompagnata in capo da una stella dello stesso, ed in punta da due monti, ciascuno di tre cime, d’oro, ordinati in fascia.

Bibliografia:  da Gente di Tuscia scheda Marina Bucchi Ibimus e  Gente di Tuscia scheda Luciano Osbat  - Ccersal , e dal libro “L’Illustrissima Viterbo” di Mauro Galeotti.

Palazzo Zelli Pazzaglia via San Lorenzo Viterbo

palazzo zelli pazzaglia via san lorenzo viterbo info e foto

Palazzo Zelli Pazzaglia, Viterbo, informazioni turistiche e fotografie a cura di Anna Zelli

Palazzo Zelli Pazzaglia a Viterbo per approfondire

palazzo zelli pazzaglia via san lorenzo viterbo info e foto stemmi al palazzo zelli pazzaglia via san lorenzo viterbo info e foto anna zelli loggia palazzo zelli pazzaglia viterbo centro storico info e foto

Palazzo Zelli Pazzaglia

Stemmi Zelli Pazzaglia Loggia cortile Zelli Pazzaglia
fontanella palazzo zelli pazzaglia via san loenzo viterbo foto anna zelli chiesa san biagio sconsacrata via san lorenzo viterbo foto anna zelli famiglia massinaghi viterbo storia info foto

Fontana palazzo Zelli Pazzaglia

Chiesa di San Biagio Famiglia Massinaghi
famiglia argangeli storia viterbo famiglia zelli pazzaglia stemma zelli palazzo via san lorenzo viterbo

Famiglia Arcangeli

Famiglia Zelli Pazzaglia Famiglia Chigi

Palazzo Zelli Pazzaglia - Via San Lorenzo Viterbo

palazzo zelli pazzaglia via san lorenzo viterbo info e foto via san lorenzo viterbo informazioni turistiche e foto anna zelli

Palazzo Zelli Pazzaglia - Via San Lorenzo Viterbo info foto Anna Zelli

Palazzi di  Viterbo centro storico

palazzi nel centro storico di viterbo informazioni e fotografie anna zelli

Palazzi di Viterbo centro storico, Viterbo, info e foto a cura di Anna Zelli

Palazzi Viterbo centro storico - Famiglie di Viterbo centro storico  - Torri Viterbo centro storico

famiglie nobili di viterbo storia opere palazzi palazzi di viterbo centro storico torri di viterbo centro storico

Famiglie illustri e nobili a Viterbo

Palazzi di Viterbo

Torri di Viterbo

Palazzi di Viterbo,Famiglie illustri e nobili a Viterbo Torri di Viterbo, info e foto a cura di Anna Zelli

Vie di Viterbo centro storico  - Piazze Viterbo centro storico - Quartieri Viterbo centro storico

vie di viterbo centro storico vterbo piazze di viterbo quartieri viterbo centro storico informazioni e fotografie anna zelli

Vie di Viterbo centro storico

Piazze di Viterbo centro storico

Quartieri  Viterbo centro storico

Piazze di Viterbo centro - Vie di Viterbo centro - Quartieri  Viterbo centro info e foto a cura di Anna Zelli

Viterbo centro storico - Viterbo dintorni

VITERBO INFORMAZIONI TURISTICHE Viterbo dintorni luoghi da vedere
Viterbo informazioni Turistiche Viterbo dintorni

Viterbo guida centro storico - Viterbo dintorni info e foto a cura di Anna Zelli

Contattaci per prenotare un B&B a Viterbo centro
Camera B&B Anna Zelli a Viterbo in via San Lorenzo
un mini appartamento per 2 persone centro storico Viterbo
info e prenotare chiama 3273335577 (anche whatsapp)

VITERBO CAMERA B&B ANNA ZELLI VIA SAN LORENZO BIGLIETTO VISITA CAMERA BED AND BREAKFAST ANNA ZELLI A VITERBO CENTRO STORICO
 
VITERBO BED AND BREAKFAST B&B CAMERE DORMIRE VITERBO CENTRO STORICO foto camera b&b anna zelli via san lorenzo 67 viterbo centro storico www.annazelli.com
viterbo bed and breakfast via san lorenzo camera bed & breakfast viterbo centro anna zelli prezzi bassi

Camera B&B Anna Zelli Viterbo centro - via San Lorenzo
appartamento 35 mq
tra piazza del Gesù e piazza della Morte
a due passi a piedi da piazza San Lorenzo e Palazzo dei Papi
autoriz. Comune di Viterbo prot.n.0060028 del 18-07-2018.

Contatti B&B : Chiama o Manda una Mail
 Camera B&B Anna Zelli Viterbo centro

 camera b&b anna zelli viterbo centro storico telefonocamera b&b anna zelli viterbo centro storico bed and breakfast e mail

manda una mail zellianna@hotmail.com

cellulari (39) 3273335577 - 3478532522
(puoi contattarmi anche via whatsApp)

 Viterbo informazioni turistiche e fotografie

viterbo guida informazioni turistiche fotografie a cura anna zelli

Informazioni Turistiche città di Viterbo
a cura di Anna Zelli : arte cultura novità idee

monumenti di Viterbo centro storico


 

   Città di Viterbo

Informazioni storiche turistiche e fotografie della città di viterbo a cura di anna zelli

Copyright www.annazelli.com dal 2011

Tutte le foto ed i contenuti del presente sito web sono di Anna Zelli,sono di
mia esclusiva proprietà, ed è quindi vietata ogni riproduzione e copia anche
parziale: del sito di singole pagine e delle immagini,è altresì vietato mettere
link e foto su: web - social - portali senza il mio espresso, palese, e scritto
consenso.
Ogni abuso sarà  perseguito legalmente. Grazie per l'attenzione.

Camera B&B Anna Zelli Viterbo centro storico
Via S. Lorenzo tra piazza del Gesù e piazza della Morte

  bed & breakfast viterbo centro storico via san lorenzo camera beb anna zelli viterbo

B&B Viterbo centro

   Camera B&B Anna Zelli Viterbo centro storico

Idee e Creatività : Arte Cultura Novità Idee
Arte e Pittura - pietre dure vere - Maglia - Benessere

anna zelli, pittrice, arte e pittura. www.annazelli.com collana bracciale orecchini vere pietre dure creazioni artigianali anna zelli
lavori a maglia di lana e cotone fatti a mano con i ferri www.annazelli.com erboristeria naturopatia mappa argomenti fitoterapia www.annazelli.com

quadri e pittura - collane bracciali orecchini pietre dure
golf sciarpe lana e cotone - erboristeria nozioni

torna Guida di Viterbo

Viterbo

Viterbo guida centro storico

torna Home Page

ANNA ZELLI www.annazelli.com

www.annazelli.com

pagina aggiornata Settembre 2020