Viterbo testimonianze Etrusche resti e Siti Archeologici a Viterbo e dintorni vedi anche  Guida Turistica di Viterbo sito web www.annazelli.com 

Viterbo
Informazioni Turistiche

viterbo testimonianze etruche e siti archeologici a viterbo e dintorni

Etruschi a Viterbo
e
dintorni

     Guida Viterbo centro Viterbo B&B centro storico Viterbo dintorni torna alla Home

Etruschi a  Viterbo dintorni

testimonianze etrusche a viterbo e dintorni

Etruschi Viterbo e dintorni

Guida Viterbo centro

Viterbo dintorni

B&B Viterbo centro

Viterbo Bibliografia

Contatti

 Viterbo

Viterbo

Guida Turistica Viterbo
Mappa Viterbo centro
Stemma di Viterbo
Archi di Viterbo centro
Biblioteche Viterbo centro
Bibliografia Viterbo
B&B Viterbo centro
Contatti
Cortili di Viterbo centro
Chiese di Viterbo centro
Chiese fuori Viterbo
Campanili di Viterbo centro
Cupole di Viterbo centro
Chiostri di Viterbo centro
Cinema di Viterbo centro
Città dei dintorni Viterbo
Colli di Viterbo centro
Degrado Viterbo
Dintorni Viterbo da vedere
Edicole sacre a Viterbo
Eventi Viterbo e dintorni
Festa Santa Rosa Viterbo
Fiumi Fossi di Viterbo
Fontane lavatoi di Viterbo
Giardini Parchi Orti
Giornali e Media Viterbo
Laghi dintorni Viterbo
Lapidi Viterbo centro
Logge di Viterbo centro
Musei di Viterbo centro
Monumenti di Viterbo
Mare e spiagge vicine
Mura Viterbo centro
Nasoni di Viterbo centro
Numeri utili
Ospedali scomparsi
Orologi Viterbo centro
Palazzi di Viterbo centro
Piazze di Viterbo centro
Porte Storiche di Viterbo
Porte fuori Viterbo
Porte murate e scomparse
Ponti di Viterbo centro
Profferli di Viterbo centro
Panorami di Viterbo centro
Quartieri Viterbo centro
Quartieri Viterbo
Scuole Università Viterbo
Statue busti e teste
Scalinate Viterbo centro
Stemmi a Viterbo
Storia di Viterbo
Testimonianze Etrusche
Torri di Viterbo centro
Teatri di Viterbo centro
Terme di Viterbo
Vie di Viterbo centro
Viterbo sotterranea
Viterbo e la Tuscia
Viterbo dintorni vedere
 

Maglia

LANA LAVORI A MAGLIA FATTI A MANO AI FERRI

Lavori di maglia ai ferri

Arte e Pittura quadri

anna zelli, pittrice, arte e pittura. www.annazelli.com

Galleria A.Zelli

Erboristeria  Naturopatia

erboristeria naturopatia mappa argomenti fitoterapia www.annazelli.com

Mappa Erboristeria

Chi Sono Erboristeria

Accenni Erboristeria

Schede Erbe Piante

Mappa Alimentazione

mappa bellezza salute

Mappa Astrologia Medica

Mappa Erboristeria

Fiori di Bach Home Page

Informazioni Roma

A.Z. Arte Cultura Idee Guida Turistica di Roma www.annazelli.com

Itinerari Turistici Roma

Passeggiate Romane

Rioni di Roma

Città del Vaticano

Guida Turistica Roma

Informazioni Viterbo

Viterbo

Guida Viterbo centro

Viterbo dintorni

B&B Viterbo centro

Viterbo Bibliografia

Contatti

Torna alla Home

A.Z. Anna Zelli Arte Cultura Novità Idee www.annazelli.com

H O M E   P A G E
 


VITERBO TESTIMONIANZE ETRUSCHE E SITI ARCHEOLOGICI A VITERBO E DINTORNI

Storia Etrusca di Viterbo: città della Tuscia meridionale, si hanno tracce di antichi insediamenti che ne testimoniano la presenza di Italioti sull'area dove poi sorgerà l’attuale Viterbo: esempi di tale occupazione sono dati, per il periodo neolitico ed eneolitico, dalle tombe del Rinaldone l'attuale Bagnaccio e nei dintorni di Ferento. Nel luogo dove oggi sorgono il Duomo ed il Palazzo Papale esisteva, già nel periodo etrusco, un centro fortificato detto “castrum” che acquistò maggiore importanza dopo l'occupazione romana dalla metà del III sec. con l'apertura della strada consolare Cassia. L’esistenza di Viterbo è provata fin dalla fine del sec. VII come "Castrum Viterbii", secondo un anonimo geografo ravennate, ma le sue origini si possono far risalire ben più indietro, dove sorgeva un probabile "Vicus Elbii" romano e ancora precedentemente uno stanziamento etrusco di nome "Surren", Surina o Surna. Questa antica città Surina o Surna, derivò il suo nome dalle sorgenti termali che gli etruschi attribuivano al dio sotterraneo Suri e che si trovavano presso l’attuale sito termale del BullicameSurina apparteneva alla lucumonia, città-stato, di Tarquinia, controllava e difendeva il territorio dalle pretese dell’altra grande città di Velzna oggi Orvieto e da Ferento Acquarossa. Nel VI secolo a.C. vi fu una sanguinosa guerra tra Surina e Ferento, per la conquista dei giacimenti di ferro, alla fine, Ferento venne distrutta e rasa al suolo, rimase disabitata per 200 anni e venne ricostruita, nella seconda metà del IV secolo a.C. la nuova Ferentium non nello stesso luogo dove era prima ma su una collina parallela. Surina ebbe il suo apice tra il IV e il V secolo a.C. e nel VI secolo a.C. sotto l’influenza greca si diffonde e si sviluppa il culto di Ercole. Nel 310 a.C. si ebbe la sconfitta di Tarquinia da parte dei romani, e nel 308 a.C. anche Surina entra nell’orbita romana. Nel 150 a.C. venne costruita la via Cassia. Ma per il periodo etrusco, ad eccezione di un pezzo di muro costruito con grossi blocchi di pietra squadrata, identificato come fondamenta di un ponte che permetteva l'accesso al castrum, conosciuto col nome di Necrolite di Brocchi, e di qualche tomba isolata nel territorio circostante, non vi è esistenza a Viterbo di un vero e proprio vicus. Dell'esistenza di una tetrapoli etrusca, racchiusa nella parola F.A.V.L., che ha dato origine alla città di Viterbo così come volevano credere i cronisti quattrocenteschi, non vi è traccia. L'ipotesi che quattro quartieri, Fano, Arbano, Vetulonia, Longola, disposti a croce fossero stati il primo nucleo abitativo della città è stata confutata dagli storici locali, che videro in essa un criptogramma dal doppio senso: l'acronimo fissava le presenze di quattro centri etruschi, Ferento, Axia, Urcla e Lucerna (o Muserna), periferici alla zona abitata nel raggio di sei miglia, avamposti insuperabili oltre i quali non era permesso risiedere, secondo la Legge Sacra. Inoltre lo stesso acronimo indica la sintesi abbreviata di Fano (FA) e di Voltumna (VL) per indicare le quattro vie disposte a croce, come nello scudo insito nello stemma di Viterbo, che portavano al Bosco Sacro, punto d'incontro delle stirpi etrusche. In epoca romana il castrum, presumendo l'esistenza di un tempio dedicato ad Ercole, prese il nome di Castrum Herculis, toponimo che rimase fino all'inizio del periodo Medievale, del cui culto vi sono testimonianze sul territorio. Nel centro storico di Viterbo, ci sono solo pochi tratti di mura, probabilmente di costruzione etrusca, esistenti presso la Piazza del Duomo, queste sono l'unica testimonianza del periodo più antico della città. Infatti, nella zona volsiniese e cimina non si ebbero grandi insediamenti etruschi, ma solo una serie di cittadelle di piccole e medie dimensioni, che poi entrarono nell’orbita delle città più importanti che furono Tarquina, Vulci ed Orvieto. Nel 310 a.C. con la conquista romana si ebbe la riorganizzazione del territorio specie nella zona dell’Etruria meridionale, vi fu il progressivo declino degli antichi centri etruschi e la nascita di nuovi centri abitati, come Viterbo, che grazie alla presenza della antica via Cassia, seppero affermarsi in età medioevale.

Resti di insediamenti etruschi nei dintorni di Viterbo:

·         Montalto di Castro (Vt) nell’Area della città etrusco-romana di Vulci, ingresso libero.

·        Tarquinia (Vt) da vedere il Museo Archeologico Nazionale Palazzo Vitelleschi a Piazza Cavour, e la Necropoli di Monterozzi e Civita-Ara della Regina visibile da fuori.

·         Tuscania (Vt), da visitare il Museo Nazionale Archeologico ex Convento di S. Maria del Riposo, a Piazza del Riposo, l’Area archeologica Madonna dell'Olivo, che è visitabile su richiesta.

·         Vetralla (Vt) da visitare l’Area archeologica di Grotta Porcina, liberamente accessibile,

·         Norchia, la Necropoli rupestre di Norchia, liberamente accessibile ( si trova tra Vetralla e Monte Romano).

·         Viterbo, da vedere il  Museo Archeologico Rocca Albornoz a Piazza della Rocca.

·         Castel D’asso, vedere anche la Necropoli rupestre di Castel d'Asso Liberamente accessibile (dalla stradaTuscanese).

·         Barbarano Romano (Vt) si può vedere la Necropoli rupestre di San Giuliano, nel Parco Suburbano di Marturanum, è liberamente accessibile.

·         Blera (Vt), si possono visitare le Necropoli rupestri di San Giovenale e Terrone, liberamente accessibili (al bivio di Cura di Vetralla, lungo la Braccianense, Barbarano).

·         Canino (Vt), si trova Museo Archeologico di Vulci località.Vulci Castello del'Abbadia, e la    Tomba Francois Località Vulci, visitabile su richiesta.

Fotografie Viterbo testimonianze Etrusche resti e Siti Archeologici a Viterbo e dintorni

testimonianze etrusche a viterbo e dintorni

 Viterbo testimonianze Etrusche resti e Siti Archeologici a Viterbo e dintorni, foto Anna Zelli

torna

Viterbo centro storico - Viterbo dintorni - B&B Viterbo centro storico

VITERBO INFORMAZIONI TURISTICHE Viterbo dintorni luoghi da vedere VITERBO BED AND BREAKFAST B&B CAMERE DORMIRE VITERBO CENTRO STORICO
Viterbo informazioni Turistiche Viterbo dintorni B&B Viterbo centro storico

Viterbo guida centro storico - Viterbo dintorni - B&B dormire a Viterbo centro storico

Contatti

e mail arte cultura idee

zellianna@hotmail.com

cellulare 3478532522

Informazioni Turistiche città di Viterbo
a cura di Anna Zelli : arte cultura novità idee

 

   Città di Viterbo

Tutte le Foto e i contenuti sono di proprietà di Anna Zelli ne è vietata la riproduzione anche parziale

 Copyright dal 2011

tutte le foto e i contenuti del sito sono di proprietà esclusiva
è vietata qualsiasi riproduzione e copia del sito e delle immagini

torna Guida di Viterbo

Viterbo

Viterbo guida centro storico

torna Home Page

ANNA ZELLI www.annazelli.com

www.annazelli.com