storia del cotone, lavori di maglia fatti ai ferri a mano con trame di colore uniche e originali - pagine : lavori a maglia - sito web www.annazelli.com

lana storia del cotone lavori d maglia

Lavori di maglia

storia del cotone

 Storia del Cotone

Contatti lavori a magliaMaglioni lana collo altoScaldacolli & CappelliSciarpe & CappelliSciarpe anello & Cappelli

lana storia del cotone

Storia del Cotone

Storia della Lana

Storia della Maglia

Contatti lavori a maglia

Cotone Lavori a Maglia

Cotone Lavori fatti a Mano ai ferri di cotone modelli primavera estate

Lavori maglia di cotone

 Lana Lavori a Maglia

LANA LAVORI A MAGLIA FATTI A MANO AI FERRI

Lavori a Maglia

 Lana Sciarpe di Maglia

lana sciarpe di maglia fatte a mano ai ferri trame di colore anna zelli

Sciarpe di lana

 Sciarpe cotone fatte a mano

cotone sciarpe di cotone fatte a mano ai ferri trame di colore anna zelli

Sciarpe di cotone

sciarpe lana e cotone

sciarpe di lana e cotone di maglia fatte a mano ai ferri trame di colore anna zel

Sciarpe di lana e cotone

sciarpe di lana

LANA SCIARPE DI LANA FATTE A MANO AI FERRI TRAME DI COLORE UNICHE ORIGINALI ANNA ZELLI

Sciarpe di lana

 Maglie di cotone fatte a mano

cotone maglie di cotone fatte a mano ai ferri trame di colore uniche anna zell

Maglie di cotone

 Maglioni di Lana fatti a mano

lana maglioni a collo alto di lana realizzati con i ferri modelli unici trame di colore anna zelli

Maglioni lana collo alto

 Giacche Giacconi Cardigan

lana cardigan giacche giacconi di maglia realizzati a mano con i ferri trame di colore anna zelli

Giacche Cardigan maglia

 Scaldacolli & Cappelli

lana scaldacollo e cappello coordinati fatti a mano trame di colore di anna zelli

Scaldacolli & Cappelli

 Sciarpe & Cappelli

LANA SCIARPE E CAPPELLI COORDINATI TRAME DI COLORE IN MAGLIA REALIZZATI A MANO ANNA ZELLI

Sciarpe & Cappelli

 Sciarpe anello & Cappelli

lane sciarpe ad anello e cappelli coordinati di maglia realizzati a mano trame di colore anna zelli

Sciarpe anello & Cappelli

 Scaldacolli di Lana

lana scaldacolli in maglia fatti a mano con i ferri trame di colore anna zelli

Scaldacolli di lana

Sciarpe ad anello di Lana

LANA SCIARPE AD ANELLO FATTE A MANO AI FERRI TRAME DI COLORE

Sciarpe ad anello lana

 Cappelli di Lana

lana cappelli lana pura fatti ai ferri a mano trame di colore di anna zelli

Cappelli di lana

 Sciarpe maglia fatte a mano

LANA SCIARPE FATTE A MANO AI FERRI

Sciarpe fatte a mano

 Altri lavori a maglia

lana vari e diversi  lavori a maglia fatti a mano con i ferri trame di colore anna zelli

Altri lavori di Maglia

 Maglia: informazioni storiche

Storia della Maglia

lana storia della maglia origine ed evoluzione del lavoro a maglia

Storia della Maglia

Storia della Lana

lana storia della lana informazioni storiche

Storia della Lana

 Storia del Cotone

lana storia del cotone

Storia del Cotone

 Lavori di Cotone in maglia

COTONE FOTO LAVORI A MAGLIA DI COTONE

Lavori maglia di cotone

 Lavori a Maglia fatti a mano

Lavori a Maglia

 Contatti Lavori a Maglia

lana contatti lavori a maglia fatti a mano trame di colore anna zelli

Contatti lavori a maglia

  Lavori a Maglia Anna Zelli

lana cotone logo lavori a maglia fatti a mano trame di colore la pecora glamour idee Anna Zelli www.annazelli.com

 

 

 

 

 

La Pecora Glamour
trame di colore in maglia
da indossare idee Anna Zelli

         H O M E Anna Zelli

A.Z. Anna Zelli Arte Cultura Novità Idee www.annazelli.com

 H O M E www.annazelli.com

STORIA DEL COTONE - LAVORI A MAGLIA FATTI A MANO TRAME DI COLORE UNICHE

Storia del cotone: il cotone è una fibra naturale vegetale molto morbida, che si ottiene dalle capsule mature della pianta, le prime testimonianze si hanno nelle zone del Perù e del Messico e sono datate al 5000 a.C. mentre ritrovamenti archeologici veri e propri si hanno nella zona del Pakistan e risalgono al 2.700 a.C. In Europa il cotone arriva intorno all’800, importato dai Saraceni attraverso gli scambi mercantili con la Sicilia. Non ebbe all’inizio un grande sviluppo, né diffusione, in quanto costoso, come la seta, destinata al ceto più ricco, e difficile da filare. In quel periodo storico si prediligeva di più la lana più facile da filare e tessere. Il cotone si diffuse in Europa in seguito alla scoperta dell’America, veniva coltivato nelle colonie britanniche e francesi dell’America settentrionale e dell’America meridionale, soprattutto in Messico, Perù e Brasile, qui si trovavano delle specie locali diverse da quelle asiatiche. Successivamente con la rivoluzione industriale e con l’invenzione del telaio meccanico e della macchina sgranatrice si ebbe una enorme diffusione del cotone con piantagioni che si estendevano dall’Atlantico alla valle del Mississipi. Il cotone che è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Malvaceae, allo stato selvatico può raggiungere una altezza di 1,50 cm, e viene coltivata per la fibra utilizzata nella produzione di tessuti. Esistono del cotone, vari tipi botanici : il Gossypium arboreum, o albero del cotone, alto dai 3,5 ai 6 metri,  coltivato in Estremo Oriente e America; il Gossypium barbadense coltivato per il 10% della produzione mondiale in America settentrionale; il Gossypium herbaceum, che è un cespuglio alto dai 40 ai 50 cm, coltivato in India, Asia minore, America meridionale e il Gossypium hirsutum coltivato per il 90 % della produzione mondiale in Asia Centrale, Estremo Oriente e America settentrionale. Storicamente non si sa che tipo di cotone venne portato in Europa, si sa in via del tutto generale che il cotone era tipico dell’India, la seta della Cina, la lana di capra o di pecora dell’Asia del nord, il lino dell’Egitto. Non si sa nemmeno in che periodo storico venne coltivato, prodotto e tessuto il cotone, è probabile tra il 2600 e il 1900 a.C. periodo in cui si sviluppò la civiltà Hindu.  Da studi del Dottor J. Forbes Roylem, nato nel 1799 e  morto nel 1802, botanico, sovraintendente delle compagnie britanniche delle Indie orientali e dell’Himalaya accenna all’uso certo del cotone già nell’800 a.C. Nel libro di storia naturale di Plinio il Vecchio è citata la pianta del cotone coltivata nel 77 d.C. nell’alto Egitto, ma non se ne conosce l’utilizzo, se solo come pianta ornamentale o anche come utilizzo per la produzione di tessuti. Secondo il fisico e botanico Prospero Alpini, gli egiziani importavano il Gossypium herbaceum per uso tessile, mentre l’arboreum era ornamento per i giardini privati. Il professore Robin Allaby ha studiato cotoni risalenti a 1600 anni fa provenienti dalle sponde del Nilo, la prima testimonianza esatta del cotone in Egitto è datata intorno al 550 a.C., anche se il cotone era originario dell’India, pare che fosse utilizzato anche in Egitto, insieme al lino che gli egiziani prediligevano per la produzione di vestiti. Erodoto racconta che il re egizio Amasis mandò come regalo a Sparta un corsetto imbottito di cotone con ornamenti a filo d’oro, lo stesso corsetto venne dedicato a Minerva nel suo tempio, il che ci testimonia come il cotone in quel periodo storico fosse una rarità ed una novità. Alcuni passi della Bibbia ci raccontano che il cotone era utilizzato dagli Ebrei per la produzione di tessuti. La Grecia antica lo scoprì grazie alle conquiste di Carlo Magno in Asia ed in Africa settentrionale. Hernan Cortes, durante la conquista dell’America, riferisce di aver visto campi di cotone della specie Gossypium Hirsutum in Messico, e soprattutto vi fu una considerevole espansione nei secoli successivi nella zona a sud degli Stati Uniti grazie purtroppo alla manodopera degli schiavi. Nel diciannovesimo secolo la coltivazione del cotone fu la base prevalente dell’economia nelle regioni meridionali degli Stati Uniti, in Georgia, nella Carolina del Sud, fino al Mississipi. Dopo la guerra civile americana, la sconfitta del Sud e l’abolizione della schiavitù, in alcune aree decadde la coltivazione del cotone. L’uso del cotone si diffuse dopo l’invenzione del telaio meccanico e della macchina a vapore, perché raccoglierlo e produrlo divenne più economico. Oggi paesi come la Cina, gli Stati Uniti, l’India, il Pakistan, l’Uzbekistan e l’ Egitto  detengono i 4/5 della produzione mondiale. Il cotone a fibra lunga cresce in prevalenza in Egitto, Stati Uniti, California, New Messico, Cina ed India, Perù, Israele e Sudan.  Tra i produttori il continente asiatico, la Cina detiene il 24% dell’offerta mondiale, il 17% appartiene agli Stati Uniti, l’Unione Sovietica, l’Unione Indiana, il Pakistan e il Brasile sono importanti produttori. L’Italia non produce cotone, lo importa.

La raccolta del cotone e la schiavitù : alla storia della produzione, della coltivazione e raccolta cotone in America vi è la pagina drammatica della schiavitù.  La produzione del cotone necessitava di molta terra e molto lavoro e nell’America del 1600 per ridurre i costi della manodopera si iniziò a deportare persone dall’Africa e ridurle in schiavitù.

La pianta del cotone è formata da un arbusto alto 40 cm,  i semi rivestiti da peli che contengono cellulosa, che è un composto di carbonio, idrogeno e ossigeno,  sono utilizzati essenzialmente come materia tessile, le foglie e i fiori sono di colore giallo o rosso, quando il fiore viene fecondato perde i petali e in 25 giorni cresce una capsula circondata da una foglia chiamata brattea. La capsula è sostenuta da un calice ed ha una forma a goccia tondeggiante nell’estremità inferiore, all’interno di questa capsula ci sono da 5 a 8 semi dai quali si sviluppa la fibra. Quando la capsula è matura si apre in 4 parti e si potrà vedere il batuffolo di cotone. La semina avviene su un terreno arato e pareggiato dove vengono disposti i semi; già dopo 3 mesi si hanno arbusti di media altezza in cima ai quali vi sono gli steli con grandi fiori di colore pallido. Dopo la fioritura matura il frutto che è una capsula, nei 3 mesi successivi si sviluppano all’interno della capsula moltissimi peli attaccati a grossi semi che si avvolgono a spirale e che sono ben compressi, quando il frutto è maturo i filamenti si distendono e la capsula scoppia, si apre liberando una bambagia soffice, questa rimane attaccata ai semi e a cinque spicchi dette logge. La raccolta della bambagia si effettua quando le capsule si aprono ed il campo è punteggiato di fiocchi bianchi. Solo nei paesi poveri si ha la raccolta a mano e spesso ad opera ancora oggi di schiavi, purtroppo. Mentre nei paesi industrializzati la raccolta avviene con una macchina detta aspiratrice che avanza, guidata da un addetto, che aspira le capsule e le raccoglie in un grande cesto. Dopo la raccolta la prima operazione che viene eseguita è la sgranatura che consente di staccare le fibre dai semi, si eliminano foglie, polvere e terra, e la fibra viene raccolta in grandi balle. Successivamente il cotone viene cardato e pettinato in modo da eliminare tutte le impurità. Poi la fibra viene passata in un’altra macchina che ricava segmenti di fibra lunghi qualche centimetro. Questi segmenti vengono poi raccolti ed arrotolati per formare fili, dai quali si otterranno i tessuti. Commercialmente sono importanti le lunghezze delle fibre, in quanto le più lunghe sono le più pregiate. Il cotone è composto per il 95 % di cellulosa, è leggero, morbido, ed assorbente. Il cotone viene coltivato in paesi dai climi caldi in cui si alternano periodi di elevata umidità ed altri aridi, necessari alla fase di maturazione. Il seme del cotone contiene un aldeide, il gossipolo che ha una azione tossica per gli equini, i suini, i volatili, ma non per i ruminanti, a questi ultimi si impiega nella loro alimentazione.

Le varie tipologie delle fibre del cotone : il cotone è una delle fibre più conosciute ma tra le diverse tipologie di cotone ci sono grandi differenze, e parlare solo di cotone 100% senza specificarne il paese d’origine, la provenienza e la tipologia del cotone stesso, non ci da una indicazione precisa sulla qualità del tessuto. La qualità del cotone è data dalla lunghezza della sua fibra, più questa è lunga e più è facile produrre un filato di qualità. Le fibre di cotone possono variare dai 10 millimetri fino ai 48 mm. I cotoni asiatici sono i più economici, hanno una fibra corta, grossa, ruvida, mentre i cotoni egiziani sono i più apprezzati per la finezza, la lucentezza e la resistenza. Il cotone egiziano Makò di fibra extralunga è coltivato lungo le sponde del Nilo. Pregiato è anche il cotone Sea Island Cotton, coltivato nelle isole caraibiche delle Indie Occidentali Britanniche, le cui fibre possono raggiungere perfino una lunghezza di 52 mm, questa è una coltivazione che è solo del 5% nella produzione mondiale, ed è quindi considerato un prodotto di nicchia, solo per tessuti di eccellenza. Ai fini della classificazione della qualità del cotone prodotto bisogna esaminare i caratteri fisici della fibra come : lunghezza, finezza, resistenza, elasticità, colore, pulizia, omogeneità. La lunghezza delle fibre è il fattore più importante, più lunghe sono le fibre, maggiore è il valore economico del tessuto che ne deriva, che sarà più morbido, resistente e confortevole. Dalle fibre lunghe si ricava un filato che ha minori punti di rottura, e quindi ha più uniformità e sottigliezza. Anche il terreno dove il cotone viene coltivato ha la sua importanza, un terreno secco produrrà fibre corte, molto irregolari e meno resistenti; un terreno umido produrrà fibre lunghe; un terreno argilloso da la peggiore qualità di cotone; le zone vicine al mare producono una buona qualità di cotone perché umide e saline e contribuiscono alla formazione di una fibra forte per la tessitura. La finezza del filato è determinata dal numero di fibre che compongono la sezione del filato stesso, il suo spessore e la sua resistenza. Una fibra poi è elastica quando, sottoposta ad una certa tensione si allunga senza rompersi, le fibre elastiche si lavorano più facilmente. Il colore del cotone è determinato dalla brillantezza e uniformità del colore delle fibre, questo colore è dato dal tipo di coltivazione, dai fertilizzanti e pesticidi usati, dalla maturità delle fibre. Anche la pulizia delle fibre è importante, per pulizia si intende il grado di impurità del cotone, ovvero se ci sia o meno la presenza di foglie, terra, steli. Se sono grandi queste impurità, sono facilmente rimuovibili, ma se piccole possono rimanere nel filato e diminuirne il valore.

Proprietà del cotone : il cotone è un tessuto confortevole, non irrita la pelle; ha un alto grado di assorbimento dell’umidità; favorisce il mantenimento del calore corporeo, è traspirante favorisce la evaporazione dell’umidità assorbita; è un tessuto più resistente della lana se sottoposto a tensione, ma meno della canapa, della iuta e della seta; il cotone se bagnato aumenta la sua resistenza, e resiste sia alla stiratura che alla bollitura; si tinge bene; se bruciato genera una cenere bianca; ha però scarsa resistenza agli acidi, può restringersi, facilmente si sgualcisce, è scarsamente elastico, stinge se esposto al sole, e può favorire l’annidamento di muffe e batteri.

Uso del cotone : la fibra del cotone è meno robusta rispetto al lino, e viene impiegata per la biancheria della casa, per i capi di abbigliamento, ed ha un costo minore rispetto al lino.  Il cotone ha delle specifiche proprietà che ne giustificano il suo ampio utilizzo : la freschezza, la leggerezza, l’igroscopicità, l’elasticità, la resistenza, la brillantezza, l’uniformità del colore. Ha un solo difetto tende a restringersi con il lavaggio. Oggi l’industria tessile usa fibre artificiali per il 58%, usa il cotone per il 38%, mentre il restante 4%  è per le altre fibre come la lana, il lino, la seta e la canapa. Il cotone è impiegato anche per la realizzazione di corde, di imballaggi, nastri trasportatori, accessori medici, cotone idrofilo, ovatta, carta e perfino esplosivi, i fulmicotoni, che si ricavano dalla cellulosa trattata con composti di azoto chiamati nitrati. Sempre il cotone si impiega nella realizzazione delle banconote dell’Euro. Il cotone ha un costo di produzione basso e viene impiegato per la produzione di abiti estivi in quanto  rispetto alla lana trattiene meno il calore. I vari tipi di cotone sono il denim usato per fare i jeans; il chintz stampato e lucido ; il cotone spugna per fare asciugamani da bagno; il seersucker che ha una superficie increspata, la tela bandera, il fustagno impiegato per fare abiti da lavoro e pantaloni.

Come trattare il cotone : generalmente i capi in cotone si lavano a temperature massime di 60°, solo per motivi igienici a 90°. Va evitata l’asciugatura diretta con il sole perche indebolisce la fibra che tende a scolorire e ingiallire. Con il lavaggio i tessuti in cotone tendono a restringersi.

Origine semantica della parola cotone : il termine “cotone”deriva dall’arabo Katun o qutun , termine risalente alla prima metà del secolo XIV, significava “terra di conquista”. Ai vestiti di cotone ci si riferiva con i nomi idi Kurpasa e Karpasum, ai semi di cotone con il termine Kurpas-asthi. Il nome bengalese Kurpas idica il cotone con i semi, ed è un termine ancora oggi utilizzato in India. La parola Karpas si trova nel libro di Esther, capitolo 1, verso 6, per indicare le decorazioni del palazzo di Shushan durante le festività che il re Ahsuerus diede nel 519 a.C. che erano arazzi bianchi verdi e blu. In india con il termine purdhas si indicano materassi a strisce ornamentali riempiti di cotone greggio come sostituti di porte e finestre per mantenere fuori il calore.

Storia del Cotone

cotone storia del cotone lavori a maglia fatti a mano trame di colore anna zelli
Storia del Cotone

 storia del cotone

Vedi

maglie di cotone - maglioni collo alto - sciarpe : realizzati a mano ai ferri
lavori a maglia fatti a mano con i ferri trame di colore uniche, idee Anna Zelli

COTONE I GOLF IN MAGLIA DI COTONE FATTI A MANO AI FERRI TRAME DI COLORE UNICHE ANNA ZELLI LANA MAGLIONI DI LANA COLLO ALTO FATTI A MANO CON I FERRI ELENCO COMPLETO lana sciarpe di maglia fatte a mano ai ferri trame di colore anna zelli elenco completo
Maglie di cotone Maglioni lana collo alto Sciarpe

maglie di cotone maglioni di lana - sciarpe foto Anna Zelli

Vedi

sciarpe di lana e cotone - sciarpe di lana - sciarpe di cotone : fatte a mano ai ferri
 
sciarpe di lana e cotone di maglia fatte a mano ai ferri trame di colore anna zel LANA SCIARPE DI LANA FATTE A MANO AI FERRI TRAME DI COLORE UNICHE ORIGINALI ANNA ZELLI LANA SCIARPE DI COTONE  FATTE A MANO AI FERRI LAVORI A MAGLIA ELENCO FOTO
Sciarpe di lana e cotone Sciarpe di lana Sciarpe di cotone

sciarpe di lana e cotone - sciarpe di lana - sciarpe di cotone

Vedi

scaldacolli e cappelli  -  sciarpe e cappelli - sciarpe ad anello e cappelli - realizzati a mano ai ferri

scaldacollo e cappello di lana fatto a mano con i ferri trame di colore da indossare lana sciarpe e cappelli coordinati di lana fatti a mano ai ferri trame di colore anna zelli Lana Sciarpe ad Anello e Cappelli di Lana fatti a mano
Scaldacolli & Cappelli Sciarpe & Cappelli Sciarpe anello & Cappelli

scaldacolli e cappelli - sciarpe e cappelli - sciarpe ad anello e cappelli : coordinati di lana fatti a mano ai ferri

Vedi

sciarpe ad anello di lana - scaldacolli di lana - cappelli di lana - fatte a mano ai ferri
 

LANA SCIARPE AD ANELLO FATTE A MANO AI FERRI TRAME DI COLORE lana scaldacolli di lana con trame di colore fantasia fatti a mano ai ferri lana cappelli a maglia fatti ai ferri a mano trame di colore filati fantasia
Sciarpe ad anello lana Scaldacolli di lana Cappelli di lana

sciarpe ad anello di lana - scaldacolli di lana - cappelli di lana

Vedi

Giacche Giacconi Cardigan - Altri Lavori a Maglia

LANA FOTO GIACCHE GIACCONI CARDIGAN DI MAGLIA FATTI A MANO CON I FERRI TRAME DI COLORE ANNA ZELLI lana vari altri e diversi  lavori a maglia fatti a mano con i ferri trame di colore anna zelli
Giacche Cardigan maglia Altri lavori di Maglia

giacche giacconi cardigan di maglia fatti a mano con i ferri - vari altri e diversi avori a maglia , trame di colore

Vedi

lavori a maglia - lavori a maglia di cotone - contatti lavori a maglia : realizzati ai ferri a mano

COTONE FOTO LAVORI A MAGLIA DI COTONE LANA I LAVORI DI MAGLIA FATTI A MANO lana contatti lavori a maglia fatti a mano trame di colore anna zelli
Lavori maglia di cotone Lavori a Maglia Contatti lavori a maglia

         lavori a maglia di cotonelavori a maglia di lana - contatti lavori a maglia : trame di colore da indossare

Torna

Lavori di maglia realizzati a mano ai ferri hand made

  lana cotone logo lavori a maglia fatti a mano trame di colore la pecora glamour idee Anna Zelli www.annazelli.com

La maglia di Anna Zelli  -  La Pecora Glamour
trame di colore in maglia da indossare idee Anna Zelli

    Contatti

lavori a maglia contatti anna zelli trame di colore realizzate a mano con i ferri da indossare

contatti

   richiedi maggiori Informazioni
 

e mail arte cultura idee

zellianna@hotmail.com

cellulare (039) 3478532522

 

  storia del cotone

Contatti Anna Zelli : e mail : zellianna@hotmail.com  - cellulare : (039) 3478532522 Lavori a maglia eseguiti a mano

 Copyright dal 2011

tutte le foto e i contenuti del sito sono di proprietà esclusiva di Anna Zelli
è vietata qualsiasi riproduzione e copia del sito e delle immagini anche parziale

Torna

Lavori di maglia realizzati a mano ai ferri hand made - brand di tendenza unico e di stile glamour

LANA LOGO AZ ANNA ZELLI TRAME DI COLORE IN MAGLIA  lana cotone logo lavori a maglia fatti a mano trame di colore la pecora glamour idee Anna Zelli www.annazelli.com

La maglia di Anna Zelli  -  La Pecora Glamour - www.annazelli.com : lavori a maglia
trame di colore in maglia capi unici realizzati artigianalmente a mano, da indossare, idee Anna Zelli

Vedi

Lavori a Maglia - Home

 LANA LAVORI A MAGLIA AI FERRI ANNA ZELLI LOGO lana lavori a maglia fatti a mano logo anna zelli trame di colore A.Z. Arte Cultura Novità Idee - www.annazelli.com

Lavori a maglia  - www.annazelli.com

Home Page

sito web a cura di Anna Zelli : arte cultura novità idee

ANNA ZELLI www.annazelli.com

www.annazelli.com